Nelle Grotte di Castellana un’esperienza unica per i visitatori amanti del bel canto. Si chiama “SottoSuono – Armonia in Grotta” e ricorda Giacomo Puccini a 100 anni dalla morte

by redazione

Sarà musica immersa in un’armonia millenaria, saranno note e voci che serviranno a
ricordare uno degli autori punto di riferimento per il bel canto in Italia, uno dei più
significativi operisti di tutti i tempi.
Nelle Grotte di Castellana i prossimi venerdì 5 e sabato 6 luglio si ricorderà Giacomo
Puccini a 100 anni dalla morte. Dalle 20.00 alle 22.00 (in piccoli gruppi il cui ultimo
accesso è previsto alle 21.30) “SottoSuono – Armonia in Grotta” porterà nel cuore del
sito carsico, musicisti e cantanti selezionati dal maestro Domenico Di Leo, pianista e
docente di Musica da camera al Conservatorio Nino Rota di Monopoli. Si esibiranno,
sotto la direzione artistica di Giuseppe Savino, in un repertorio scelto per l’occasione
dalle arie più celebri composte dal Maestro.
<<Se parliamo di armonia viene facile il connubio con le Grotte di Castellana perché
quello che abbiamo il privilegio di vedere ogni giorno, altro non è che frutto di
armonizzazione da parte della natura – ha dichiarato il presidente Serafino Ostuni – Per
questo abbiamo deciso di ricordare Giacomo Puccini dando l’opportunità, ai visitatori, di
compiere un viaggio attraverso alcune delle sue arie più celebri. La collaborazione con il
Conservatorio di Monopoli, poi, serve a sottolineare il nostro impegno sul territorio
inteso come sud est barese che vanta diverse eccellenze nei più disparati campi>>.
Non semplici esibizioni, ma performances che arriveranno direttamente all’anima dei
visitatori grazie alle onde sonore che percorreranno i corridoi testimoni di secoli di
storia. Due soprani, tre musicisti e un attore, che renderanno unica l’esperienza vissuta
tra le concrezioni carsiche.
Le arie sono tratte da La Bohème opera in quattro quadri su libretto di Giuseppe
Giacosa e Luigi Illica, da Madama Butterfly sempre su libretto di Giuseppe Giacosa e
Luigi Illica, definita “tragedia giapponese” e dedicata alla Regina Elena all’epoca sovrana
consorte d’Italia, da Gianni Schicchi opera comica su libretto di Giovacchino Forzano, da
Turandot opera in 3 atti e 5 quadri, su libretto di Giuseppe Adami e Renato Simoni, e da
Tosca opera in tre atti su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica rappresentata per la
prima volta a Roma, nel Teatro Costanzi, il 14 gennaio 1900.

GROTTE DI CASTELLANA SRL – UFFICIO STAMPA
Fabio Dell’Olio 327 831 8829 – Annamaria Minunno 347 8763 152

press@grottedicastellana.it

Gli artisti coinvolti:
Marcella Diviggiano (soprano) laureata in Lettere Classiche, ha conseguito il Diploma
Accademico di Primo e Secondo Livello in Canto Lirico al Conservatorio Nino Rota di
Monopoli sotto la guida di Maria Pia Piscitelli. Laureanda nel Biennio di Musica Vocale
da Camera nella classe di Nico Sette, ha tenuto recital solistici, con orchestra, formazioni
cameristiche. Ha interpretato ruoli in opere di Wolfgang Amadeus Mozart e Nino Rota.
Francesca Gangi (soprano) si è avvicinata alla musica giovanissima, studiando
pianoforte, violoncello e canto. Al Conservatorio Nino Rota di Monopoli. frequenta il
Biennio Superiore in Canto lirico con la guida di Carmela Apollonio e studia Musica da
Camera con Leila Shirvani. Ha frequentato masterclass con maestri di fama
internazionale, partecipato a concerti e registrazioni discografiche.
Piergianni Gemmati (attore) si avvicina al teatro in adolescenza muovendo le prime
esperienze in ambito amatoriale. Dal 2015 fa parte della Compagnia “Amici Nostri” di
Castellana Grotte, con la quale matura esperienze in tutta Italia riscuotendo numerosi
riconoscimenti. Dal 2018 ha maturato anche esperienze in ambito pubblicitario come
modello e attore per spot e riviste nazionali.
Davide Abbinante (sassofono) si è diplomato in sassofono al Conservatorio “N. Piccini”
di Bari sotto la guida del Maestro Rossano Emili e successivamente si è specializzato con
il maestro Paolo De Benedetto. Insegnante di sassofono presso istituzioni scolastiche
private e pubbliche, collabora con diverse formazioni musicali del territorio. È fondatore
e direttore della Banda Musicale di Triggiano (Ba).
Gregorio Caforio (clarinetto) dopo essersi formato nella classe di Clarinetto di Angelo
Clemente e aver conseguito nel 2023 il Diploma Accademico Biennale in Clarinetto,
frequenta il Biennio Accademico in Musica d’insieme e da camera, nelle classi dei
Maestri Domenico Di Leo (Musica da camera) e Nicola Giuliani (Musica d’insieme per
strumenti a fiato). Segue i corsi del M° Calogero Palermo, primo clarinetto del
Concertgebouw di Amsterdam. Si è esibito come solista, primo clarinetto e in diverse
formazioni da camera.
Marcello Cardone (basso tuba) diplomato al Conservatorio Nino Rota (Monopoli) nel
2016, nel 2018 si è laureato con il massimo dei voti, lode e menzione d’encomio con la
guida di Federico Bruschi del Teatro San Carlo di Napoli. Si è perfezionato con illustri
maestri, anche a Weimar (Germania) e Salisburgo (Austria). Collabora con importanti
orchestre sinfoniche e teatri d’opera e tiene concerti come solista e in formazioni da
camera.

GROTTE DI CASTELLANA SRL – UFFICIO STAMPA
Fabio Dell’Olio 327 831 8829 – Annamaria Minunno 347 8763 152

press@grottedicastellana.it

Viktor Nedvyha (fisarmonica) nato a Lozova, in Ucraina orientale, ha iniziato a studiare
fisarmonica all’età di sei anni e sin da giovanissimo ha iniziato a vincere concorsi
regionali e internazionali in Ucraina, Russia e Bielorussia. Dal 2022 è in Italia, al
Conservatorio Nino Rota nel Biennio Superiore, sotto la guida di Saria Convertino, Segue
le lezioni di Musica da camera di Domenico Di Leo. È vincitore di premi in Italia e
all’estero, tra cui il prestigioso Trofeo Mondiale di Fisarmonica.
Le informazioni sulle prenotazioni e sui biglietti, sono reperibili all’indirizzo

You may also like

Non è consentito copiare i contenuti di questa pagina.